2Parole sulla fotografia,. Sebastiano Sposito

2Parole sulla fotografia. Intervista al fotografo Sebastiano Sposito

La fotografia è un mezzo di espressione potente. Usata adeguatamente è di grande utilità per il miglioramento e la comprensione. Usata male ha causato e causerà molti guai… Il fotografo ha la responsabilità del suo lavoro e degli effetti che ne derivano… La fotografia per me non è semplicemente un’occupazione. Portando la macchina fotografica io porto una fiaccola…


(W. Eugene Smith)

Ciao Sebastiano, grazie mille innanzitutto per la tua disponibilità e per la tua pazienza. Partiamo dalla prima frase dell’aforisma: La fotografia è un mezzo di espressione potente. Cos’è per te la fotografia?

La fotografia ha avuto tanti percorsi morfologici ed oggi è diventata un potente mezzo di comunicazione e grazie ad essa possiamo esprimere qualcosa che abbia un senso di cultura e civiltà!

Il fotografo ha a responsabilità del suo lavoro e degli effetti che ne derivano. Quali sono secondo te le responsabilità di un fotografo oggigiorno?

Le responsabilità oggi giorno per un fotografo è rispettare i propri clienti ricambiandoli con la fiducia che ripongono loro in te scegliendoti.

Sebastiano Sposito
Sebastiano Sposito

Facebook, Instagram, gli smartphone dotati di tecnologie avanzate hanno cambiato totalmente la fotografia e il modo di approciarsi ad essa. Come vivi tu questo nuovo aspetto della fotografia?

I social possono confondere solo le idee agli amanti della fotografia anche se ci può dare molti vantaggi pubblicitari ed imminenti, quindi lo troverei allo stesso tempo anche un vantaggio.

Uno degli aspetti più romantici della fotografia è il rapporto con la stampa, il vedere il proprio lavoro su supporto cartaceo, che sia una foto singola o un album. Qual’è il tuo rapporto con questo processo? Ma cosa importante, se non fosse per i tuoi clienti, quanto stamperesti?

Chi è fedele alla realtà e vuole dare un vero valore alla propria vita non resta che la stupenda foto stampata, basta accennare al miracolo chimico che si ottiene quando si sviluppa un negativo e dal nulla appare un immagine, magnifico. quindi il virtuale dei social per quanto innovativo non potrà mai dare le stesse sensazioni che da una carta amalfitana di cotone con una bellissima immagine stampata sopra!

Ultima domanda.. prossimi progetti?

Progetti futuri: stravolgere la fotografia

Lascia un commento